LA NOSTRA STORIA

Palazzo Castro Grimaldi sorge ai piedi del Duomo di San Giorgio.

La sua posizione centrale regala una vista unica e ineguagliabile sulla città di Modica.

La storia del Palazzo affonda le radici nel XVII secolo e in origine il suo aspetto era ben diverso dall’attuale.

Dopo il grande terremoto del l693, che distrusse gran parte del Val di Noto, la nobile famiglia dei Castro, cavalieri e importanti proprietari terrieri in Sicilia, eresse la propria dimora a Modica.

La struttura era simile ad una villa in città: un unico grande corpo, su tre livelli, circondato per due lati da un ampio giardino, per far sì che la nostalgia dell’amata campagna non si sentisse durante i mesi invernali; un altro lato ospitava gli alloggiamenti per i cavalli e i depositi per le carrozze.

  • Scopri di più...

    Una delle peculiarità del Palazzo è l’avere due prospetti principali: il primo che permette di accedere all’interno del Palazzo, più dimesso e nascosto, l’altro che svetta maestosamente su Modica e che presenta una balconata lunga circa 20 metri, da cui si gode una vista unica e davvero incomparabile. Nel 1890 Francesco Castro, unico erede della famiglia, prese in moglie la giovanissima Donna Grazietta Grimaldi, erede della più illustre famiglia modicana del tempo, discendente da un ramo cadetto dei Principi Grimaldi di Monaco. A seguito del loro matrimonio, il cavaliere Francesco Castro e la moglie, decisero di apportare importanti modifiche al palazzo, ampliandolo e conferendogli l’aspetto attuale, più classico e sobrio. Inoltre, in seguito all’ampliamento della strada che collega la parte bassa della città con la parte alta, la pianta del palazzo, che restringeva di molto il corso, acquisì la peculiare forma trapezoidale che tutt’ora presenta. I lavori di ristrutturazione e ammodernamento terminarono nel 1903, data riportata all’ingresso del piano nobile.

    Nel 1920 il cavaliere Francesco Castro morì, lasciando la moglie Grazietta vedova all’età di 42 anni e senza figli. La Donna, che non volle risposarsi, dedicò la propria vita allo studio, alla fede e alla carità. Fu una grande benefattrice e contribuì al sostentamento e al mantenimento agli studi di numerosi religiosi, seminaristi e giovani laici modicani.

    Alla morte di Donna Grazietta Grimaldi, ultima discendente del nobile casato dei Grimaldi a Modica, nel 1960, il palazzo fu ereditato dal nipote avvocato Raffaele Tommasi Rosso, che visse lì fino alla morte, conservando gran parte dell’originale mobilio, intere collezioni di porcellane e posate di assoluto pregio. Il Palazzo appartiene tutt’ora ai discendenti diretti di Raffaele Tommasi Rosso che ne conservano viva la memoria e lo stile.

<

ENGLISH

CONTACT INFO

 

+39 331 8670292

Corso San Giorgio, 4 - 97015 - Modica (RG)

info@castrogrimaldi.com

 

Designed by Gianluca Bruno for Crescenzi&Co.

Logo Palazzo Castro Grimaldi
Logo Palazzo Castro Grimaldi